Martedì, 20 Settembre 2011 08:03

Come migliorare l'illuminazione in casa

Vota questo articolo
(1 Vota)
Quasi tutti gli ambienti domestici richiedono un certo equilibrio tra rilluminazione ambientale e quella funzionale.
Le luci decorative contribuiscono a creare la giusta atmosfera.
  • Creare sovrapposizioni di luce e ombra
    Aumentare il numero
delle fonti luminose e posizionarle ad altezze diverse dirige lo
sguardo verso i diversi angoli di una stanza.
  • Far rifrangere la luce su piani riflettenti
    È consigliabile 
esaltare il senso dello spazio facendo in modo che la luce si
rifletta su pareti e soffitti. Questo tipo di illuminazione
ambientale diffusa si ottiene con faretti e apparecchi orientabili a
parete.
  • Evitare il bagliore
    II bagliore è determinato da un contrasto
eccessivo tra una fonte luminosa e l'ambiente circostante ed è
molto irritante per gli occhi. Si consiglia di schermare le 
lampadine in modo che la luce non sia diretta. Inoltre, tre o
quattro punti luce relativamente fievoli permettono di ottenere lo
stesso livello generale di illuminazione, creando, nel contempo,
un'atmosfera più gradevole.
  • Limitare le fonti luminose fisse
    Gli apparecchi per
rilluminazione fissi, come i faretti, dovrebbero essere destinati a
quelle zone in cui la disposizione delle attrezzature e
l'organizzazione dello spazio sono ugualmente fisse, come cucine
e bagni.
  • Posizionare con cura le luci funzionali
    La luce va indirizzata sul
 piano del tavolo, sulla zona di lavoro, sulla scrivania o a fianco del
letto in modo tale da non lavorare o leggere nella propria ombra.
  • Favorire la flessibilità
    Una buona quantità di prese elettriche,
regolatori di luminosità (dimmer), sistemi a binario con faretti
 mobili contribuiscono a rendere i progetti di illuminazione
 adattabili a eventuali esigenze future.
Letto 21482 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.