Lunedì, 13 Settembre 2010 07:21

Domande e risposte per il buon funzionamento della tua caldaia

    Vota questo articolo
    (1 Vota)

    Da chi farla installare
    E' meglio un idraulico o un elettricista?
    Nessuno dei due, ma solo un installatore autorizzato. Potete richiedere il nominativo a chi vende la caldaia o all'azienda che l'ha prodotta.

    E se il negoziante si offre di installarla?
    No, il DPR 447/91 stabilisce che solo un tecnico autorizzato possa eseguire questa operazione.

    Come si fa a sapere se l'installazione è stata eseguita a norma?
    Il tecnico deve rilasciare la dichiarazione di conformità  che garantisce che il lavoro è stato eseguito secondo quanto stabilisce la legge. E' un documento importante, da conservare insieme al libretto di istruzioni

    Se l'apparecchio viene installato male, chi deve rimediare al guaio, il produttore o il tecnico?
    Il tecnico che, periodicamente, deve anche fare la manutenzione della caldaia e degli scarichi.

    A chi rivolgersi se la caldaia riscalda, ma l'acqua del bagno e della cucina resta fredda?
    Al produttore. perché vuol dire che c'è un difetto strutturale

    Come usarla per essere sicuri
    Per evitare rischi, quali sono le regole fondamentali da seguire?
    Bisogna far controllare ogni anno la caldaia, gli scarichi dei fumi e la canna di esalazione. Da ricordare anche che è pericoloso smontare manopole e tasti (col gas è vietato il fai da te, non si scherza) e, in ogni caso, eseguire manovre diverse da quelle indicate sul libretto di istruzioni.

    Per maggior sicurezza è meglio comprare un rivelatore di gas?
    Le nuove caldaie con il marchio CE, se vengono installate e utilizzate correttamente, non hanno alcun bisogno di un rivelatore. Anche perché pochi di questi dispositivi sono davvero efficaci.

    Cosa fare se si sente un forte odore di gas?
    Chiudere subito il contatore, aprire le finestre, spegnere i fornelli, staccare il frigorifero, non accendere la luce (una scintilla potrebbe provocare uno scoppio) e chiamare il centro di assistenza dell'azienda che ha prodotto la caldaia.

    Perchè è così pericoloso l'ossido di carbonio?
    Perché è un gas incolore e inodore, che fa perdere conoscenza e, in casi estremi, può portare alla morte. Se i bruciatori sono sporchi o le canne intasate l'ambiente si satura di ossido di carbonio: per evitare questo pericolo è fondamentale la manutenzione.

    C'è un modo per capire se ci sono perdite di gas?
    Dopo averlo raffreddato in frigorifero, si avvicina uno specchietto alle fessure laterali della caldaia facendolo scorrere in su e in giù. Se si appanna significa che i fumi di combustione invece di uscire verso l'esterno restano all'interno. Chiudere subito il rubinetto del gas, aprire porte e finestre e chiamare il centro di assistenza.

    Bisogna spegnere la caldaia ogni sera?
    Pochi sanno che in Italia ci sono regole ben precise, che cambiano anche da regione a regione. Un installatore autorizzato è tenuto a conoscerle e quindi è in grado di dare tutte le indicazioni più corrette, caso per caso.

    La manutenzione è importante
    Quando si deve far controllare la caldaia?
    Una volta all'anno dal tecnico che l'ha installata, che deve riportare i controlli e gli eventuali interventi che ha eseguito su un libretto da tenere insieme alle istruzioni.

    E gli scarichi e la canna di esalazione?
    Sempre una volta all'anno. Oltre ai controlli per verificare se il tiraggio dei fumi funziona perfettamente, il tecnico deve fare una pulizia accurata in modo che i gas tossici escano senza ostacoli.

    Bisogna verificare anche il foro dell'aerazione?
    Sì, ma non c'è bisogno di rivolgersi al tecnico: basta eliminare lo sporco, le foglie o la plastica che si sono eventualmente depositati.

    Letto 2347 volte
    Simona

    Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.