Domenica, 02 Maggio 2010 18:40

I pannelli solari termici In evidenza

Vota questo articolo
(3 Voti)

Come funzionano
La tecnologia per l'utilizzo termico dell'energia solare ha raggiunto una maturità e affidabilità tali da farla rientrare tra i modi più razionali e puliti per scaldare l'acqua o l'aria nell'utilizzo domestico e produttivo. La radiazione solare resta la fonte energetica più abbondante e pulita sulla superficie terrestre. I rendimento dei pannelli solari termici è aumentato di un buon 30% nell'ultimo decennio, rendendo varie applicazioni nell'edilizia, nel terziario e nell'agricoltura commercialmente competitive. L'applicazione più comune è il collettore solare utilizzato per scaldare l'acqua sanitaria.

Che cos'è
Un impianto a collettori solari (anche detto “a pannelli solari termici”) produce energia termica per il riscaldamento dell'acqua, tramite il calore ricevuto direttamente dalla radiazione solare, senza l'uso di alcun combustibile. Un impianto a collettori solari, nella forma più semplice, è costituito da un pannello solare solitamente di forma piana simile a un radiatore, che contiene un liquido termovettore, il glicole, che trasporta il calore all'interno dell'impianto. Il glicole circola dentro uno scambiatore (tipo serpentina), inserito all'interno di un serbatoio di accumulo, e cede energia termica all'acqua, che raggiunta una temperatura dì circa 45 °C, viene immessa nella rete di distribuzione dell'acqua calda sanitaria e/o nella rete di distribuzione dell'impianto di riscaldamento domestico. L'impianto a collettori solari è di solito utilizzato a integrazione dell'impianto tradizionale per la produzione di acqua calda sanitaria (ad esempio caldaia a gas naturale o boiler elettrico) per pre-riscaldare l'acqua.

Vantaggi

  • Produzione di acqua calda per uso domestico, riducendo il consumo di combustibile fossile della caldaia (a gas naturale, GPL, gasolio) o il fabbisogno di elettricità del boiler elettrico.
  • Gestione e manutenzione minime.
  • Condizioni da verificate
  • Disponibilità di spazio. Al nord d'Italia occorre 1 m2 di superficie attiva di pannello (cioè di superficie del pannello atta ad assorbire la radiazione solare) per ogni persona dell'unità abitativa. il serbatoio di accumulo è normalmente della capacità di 75 litri/giorno a persona.
  • Corretta esposizione. L'esposizione ottimale è a sud, ma comunque anche a Sud-Est o Sud-Ovest la perdita di capacità di produzione è limitata.
  • Assenza di ostacoli che creano ombreggiamento (edifici, alberi ecc.).


Opzioni tecniche alternative
L''impianto a pannelli solari termici, come già detto, è utilizzato prevalentemente a integrazione degli impianti esistenti di produzione di acqua calda sanitaria e/o di riscaldamento. Esistono principalmente due tipologie di pannelli solari, ognuna delle quali è più indicata all'integrazione di un tipo di impianto: pannelli solari vetrati piani, usati soprattutto per la produzione di acqua calda sanitaria. Il radiatore è all'interno di un pannello in vetro, che trattiene i raggi infrarossi con conseguente aumento del rendimento; pannelli solari sottovuoto a tubi, usati per la produzione di acqua calda sanitaria e/o riscaldamento dell'edificio, tubi del radiatore sono sotto-vuoto, impedendo la cessione e la dispersione del calore. Hanno rendimenti e costi più elevati della tecnologia a vetri piani. L'impianto a pannelli solari nel suo complesso si differenzia, invece, in base al tipo di circolazione del fluido termovettore all'interno dello scambiatore. La circolazione può essere: naturale: il fluido riscaldato, in quanto più leggero, risale verso l'alto, dove è presente il serbatoio di accumulo integrato al pannello; forzata: il flusso del liquido è agevolato dall'ausilio dì una pompa elettrica, che permette una migliore circolazione e quindi consente di installare il serbatoio separatamente.

Come procedere
Verifica preliminare di fattibilità attraverso sopralluogo, definizione di un progetto preliminare e presentazione di un preventivo economico ad opera di un tecnico iscritto all'albo professionale (ad esempio progettista) o di una ditta installatrice specializzata; verifica degli strumenti e delle forme di finanziamento dell'investimento offerti da istituti di credito, anche attraverso il coinvolgimento di imprese installatrici o società di servizi energetici (ESCO); verifica del consenso e adozione della decisione nell'ambito del condominio; verifica della eventuale sussistenza di vincoli culturali, paesaggistici, naturalistici o urbanistici all'intervento ed eventuale richiesta di autorizzazione alle autorità sovracomunali competenti (ad esempio Soprintendenza nel caso di edificio dichiarato di interesse artistico e storico); verificare se il Comune ha previsto agevolazioni sulle imposte locali (ad esempio aliquota agevolata ICI); presentazione di Denuncia di Inizio Attività (DIA) al Comune territorialmente competente; comunicazione preventiva al Comune competente nei casi di impianti aderenti o integrati nei tetti degli edifici con la stessa inclinazione e orientamento della falda e i cui componenti non modifichino la sagoma degli edifici stessi; elaborazione del progetto esecutivo dell'impianto (ad opera di un tecnico iscritto all'albo professionale); esecuzione dei lavori di realizzazione dell'impianto; presentazione della dichiarazione di fine lavori al Comune.

Attenzione a...
Lo Stralcio di Piano per il riscaldamento ambientale e il condizionamento, allegato al piano regionale per la qualità dell'aria (consultabile alta pagina web www.regione.piemonte.it/ambiente/aria/home.htm), nonché la legge regionale 13/2007 sul rendimento energetico nell'edilizia, prevedono l'obbligo di installare impianti solari termici integrati nella struttura edilizia, dimensionati in modo tale da soddisfare almeno il 60% del fabbisogno annuale di energia primaria richiesto per la produzione di acqua calda sanitaria di un edificio residenziale di nuova costruzione o di un edificio esistente sottoposto a intervento di: ampliamento o sopraelevazione o ristrutturazione edilizia (non manutenzione straordinaria); nuova installazione o ristrutturazione di impianti termici (non sostituzione di generatore di calore).

Maggiori informazioni
Ulteriori informazioni sulle caratteristiche degli impianti a collettori solari sono disponibili sul sito ENEA: http://efficienza energetica.acs.enea.it

Letto 15619 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.