Martedì, 15 Marzo 2011 09:11

La cogenerazione

Vota questo articolo
(0 Voti)

Con il termine "co-generazione" si intende più esattamente la produzione combinata di elettricità e calore: più che di una specifica tecnologia si tratta di un metodo più razionale di produrre energia elettrica e termica, che punta a evitare lo spreco dei due terzi del potenziale energetico del combustibile di partenza (che una centrale termoelettrica scarica necessariamente nell'ambiente sotto forma di calore). Lo spreco si evita sfruttando il calore di scarto della generazione elettrica.

Poiché è più facile trasportare lontano l'energia elettrica prodotta piuttosto del calore, nella scelta della localizzazione è necessario privilegiare quest'ultimo. Pertanto la cogenerazione è stata finora mollo applicata all'interno delle industrie con elevati utilizzi termici (per esempio cartiere o raffinerie); nel settore civile, invece, deve necessariamente essere associala alla presenza di una rete di teleriscaldamento per la distribuzione del calore all'utenza. Le macchine più usate sono i motori diesel o i motori a gas (di potenza da 15 kW a qualche MW). Per grandi impianti si utilizzano anche le turbine a gas di derivazione aeronautica. In questo settore tuttavia sono in corso molte innovazioni e sono ormai disponibili macchine di nuova generazione di alta efficienza e costi competitivi.

Letto 1413 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.