Martedì, 06 Luglio 2010 13:26

L'energia che viene dal centro della terra: la geotermia

Vota questo articolo
(0 Voti)

Questo sistema di riscaldamento si basa sul fatto che la temperatura del suolo a una certa profondità è più elevata dì quella in superficie: il calore necessario per il riscaldamento di un'abitazione o di un condominio può essere quindi estratto dal terreno attraverso un impianto azionato da una pompa di calore, cioè da una macchina in grado di prelevare e cedere calore. Nel suolo vicino all'abitazione viene inserita, a una profondità di circa 80:120 m, una sonda geotermica verticale, cioè uno scambiatore costituito da tubi all'interno dei quali scorre acqua mescolata a un liquido refrigerante.

Il liquido, raffreddato dalla pompa di calore (installata in superficie) alla quale la sonda è collegata, viene portato in profondità, dove assorbe il calore dal terreno, lo riporta alla pompa di calore che ne innalza la temperatura in modo da poter cedere calore all'ambiente a 20°C circa. Questo sistema funziona al meglio utilizzando come corpi scaldanti dei pannelli radianti a pavimento o delle bocchette di ventilazione. Una volta installato, questo impianto non ha bisogno di manutenzione e consuma pochissimo: solo l'energia elettrica che serve a fare circolare il liquido refrigerante e l'acqua nei circuiti. La realizzazione per ora è tecnicamente piuttosto complessa e i costi sono elevati.

Letto 1098 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.