Venerdì, 08 Ottobre 2010 17:55

Abitare in modo ecologico

Vota questo articolo
(1 Vota)

Rifiuti in ordine con le vaschette per la raccolta differenziata in acciaio inox, un materiale con indiscusse caratteristiche di igiene e robustezza. Sono ecologiche ma soprattutto sono state pensate per un utilizzo pratico e funzionale: la carica dall'alto, nelle versioni sospese, evita infatti di doversi chinare per gettare via gli scarti, alimentari e no. Il blocco su binari si compone, a seconda delle necessità, di due o tre contenitori modulari a differente capacità ed è disponibile nei modelli da incasso (con il tappo-tagliere in dotazione), da sottopiano o da appoggiare alla base del mobile, se si dispone di poco spazio.

Quel sano tepore
Se potessimo chiedere al nostro corpo come preferisce essere riscaldato risponderebbe senza esitazione con il sole, l'unica fonte di calore che garantisce in modo naturale salute, piacere e relax. Ma come godere di un tale benessere anche in inverno? Il sistema più antico ed efficace è quello di avvicinarsi a una classica stufa a legna: la sensazione di calore che si prova, infatti, è dovuta
agli effetti delle radiazioni termiche, simili a quelle solari, che colpiscono solo persone, arredi e strutture. Quindi l'aria non viene riscaldata, il suo tasso di umidità resta ottimale e non circolano polveri e batteri. Le stufe ad accumulo sono semplici da installare e di facile manutenzione. La potenza termica dipende dalle dimensioni e dalla struttura interna, mentre il principio di funzionamento resta uguale per tutte: il calore prodotto dalla combustione della legna si accumula nelle spesse pareti per essere poi ceduto gradualmente all'ambiente. Infatti una buona stufa va caricata solo due volte al giorno perché continui a funzionare anche 10-12 ore dopo lo spegnimento della fiamma.

In commercio ve ne sono di tutti i tipi, dalle piccole e compatte in ghisa a quelle in terracotta refrattaria, dalle moderne finlandesi in pietra ollare ai tipici modelli alpini in muratura intonacata o rivestita di maiolica, dette anche pigne, in grado di riscaldare da sole tutta la casa. Tra queste ultime le stufe austriache in ceramica BioFire, grazie a un originale brevetto, rappresentano un giusto mix tra tradizione e tecnologia. Il loro interno è rivestito di mattonelle di chamotto, un'argilla refrattaria con grandi capacità di accumulo: queste formano un percorso a labirinto, studiato per recuperare anche il calore contenuto nei fumi di scarico e arrivare così a un rendimento del 90 per cento (un camino raggiunge al massimo il 20-30 per cento). Infatti, solo il completo sfruttamento dell'energia contenuta nel combustibile consente di risparmiare e di limitare al minimo le emissioni di fumi nell'atmosfera.

Letto 1257 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.