Lunedì, 28 Giugno 2010 09:58

Attenti alla scala: un pericolo in agguato

Vota questo articolo
(1 Vota)

Lo sapevi? Tra gli infortuni domestici, quelli che causano i danni più importanti avvengono sulle scale, private e comuni, soprattutto a carico di donne e anziani. Come prevenirli? Un primo passo è seguire le norme della legge n 13/89 e successivo decreto n 236/89. In una casa singola, in costruzione o in ristrutturazione, i gradini della scala in muratura devono avere una larghezza minima di cm 0,80. Quelli di una scala condominiale d'uso comune devono invece essere larghi almeno cm 120. per consentire il passaggio di due persone in contemporanea. Ogni rampa è bene abbia lo stesso numero di gradini. La pedata deve avere una misura minima di cm 25 nell'abitazione singola, cm 30 in quella comune (misurata dal filo dei gradini). Tutti i gradini devono rispettare un corretto rapporto tra alzata e pedata: la somma tra il doppio dell'alzata e la pedata deve essere compresa tra cm 62 e cm 64.

Il piano della pedata deve aggettare, cioè sporgere cm 2-2,5 dall'alzata. D'obbligo il parapetto a difesa contro il vuoto, alto non meno di un metro; la distanza tra e eventuali barre non deve essere superiore ai cm 10. Ci vuole anche il corrimano, su un lato nelle scale private, sui due lati in quelle comuni, a un'altezza tra cm 0,90 e 100; se è applicato o una parete piena, deve distanziarsi di almeno cm 4. Gli stessi parametri devono essere rispettati anche per le scale prefabbricate lineari; per quelle a chiocciola la larghezza minima del gradino sarà di 70 cm.

 

Letto 1910 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.