Venerdì, 09 Luglio 2010 09:31

Casa bioclimatica: consigli e qualche trucco

Vota questo articolo
(1 Vota)

L'ideale sarebbe la casa bioclimatica, quella costruita in modo da rimanere naturalmente fresca in estate e calda in inverno, a vantaggio della salute e senza spreco di energia. Nell'attesa, ecco alcune cose che puoi fare subito.
Strategie per rendere più fresco il clima di casa.
Se stai comprando casa  dai la preferenza ai soffitti alti e ai muri perimetrali spessi:

  • garantiscono ambienti più freschi;
  • la doppia esposizione permette di ventilare meglio i locali:
  • evita i sottotetti e gli ultimi piani, che rimangono esposti al sole tutto il giorno. Inoltre, nei caso di un appartamento in città, preferisci i piani lontani dal livello della strada, perché in estate l'asfalto si surriscalda e rilascia calore durante al notte:
  • la vicinanza di un'area verde o di un parco contribuisce a mitigare la temperatura;
  • al contrario, è meglio evitare la vicinanza di panifici, ristoranti e pizzerie: forni e cucine riscaldano e possono provocare fumi fastidiosi che impediscono l'apertura di finestre.

Se stai costruendo o ristrutturando
la prima cosa da fare è il cappotto, cioè l'isolamento termico esterno dell'edificio. Una buona protezione dell'involucro murario assicura ambienti freschi in estate e caldi in inverno, riduzione delle spese di riscaldamento e condizionamento e risparmio di energia. Ricordiamo che, in base al Decreto legislativo sull'efficienza energetica (Digs 192/05), gli edifici di nuova costruzione devono rispettare una serie di requisiti, tra cui la realizzazione dell'opportuna coibentazione e l'installazione di sistemi schermanti esterni. Inoltre, la recente revisione del decreto estende gradualmente l'obbligo di certificazione energetica - una specie di pagella dei consumi - anche agli edifici esistenti. Per gli interventi di riqualificazione energetica e le spese di ristrutturazione che consentono di risparmiare energia la Finanziaria 2007 prevede una detrazione dei 55%; l'isolarnento termico della struttura costruttiva va completato con la scelta di infissi di qualità a taglia termico: controlla sempre il valore U che indica la trasmissione termica delle finestre in entrambe le direzioni (dall'interno all'esterno in inverno e viceversa in estate). Con le nuove vetrate a risparmio energetico di Saint Gobain riduci l'ingresso di calore del 40% e contieni la dispersione invernale fino al 67% in meno rispetto ai comuni vetrocamera;  scherma adeguatamente finestre e vetrate, specie se rivolte a sud. Per areare i locali anche di notte senza compromettere la sicurezza, puoi utilizzare le persiane a lamelle orientabili:
un ottimo sistema di climatizzazione naturale è costituito dalla presenza di alberi decidui ad alto fusto davanti all'edificio;  con gli impianti di climatizzazione a pannelli radianti, che funzionano tramite una rete di tubi nascosti nel pavimento o nelle pareti, puoi scaldare e rinfrescare gli ambienti riducendo i consumi di energia rispetto ai sistemi tradizionali: per rivestire i pavimenti utilizza materiali freschi al tatto, meglio se a bassa manutenzione: risparmierai fatica e sudore!

 

Letto 1401 volte
Simona

Amo il mobile e tutto quello che riguarda il mondo della casa, ho creato questo sito per divulgare il mio piccolo sapere e magari condividerlo con chiunque voglia.